5 calciatori più costosi non giocati per le squadre nazionali

5 calciatori più costosi non giocati per le squadre nazionali

I tempi in cui un posto nel Manchester United quasi garantivano di entrare nei “tre leoni” sono sprofondati nell’oblio, perché ora in Inghilterra ci sono un numero di squadre di maggior successo in termini di sport. Allo stesso tempo, i mankuniani sono un trampolino di lancio nella carriera di Van Bissaki, che molti predicono un futuro eccellente nella squadra inglese.

Nel frattempo, Aaron ha solo 3 partite per la squadra giovanile inglese U-21. Ha anche trascorso due partite nella squadra giovanile dell’Inghilterra U-20, e prima di allora è stato invitato ai ranghi della squadra giovanile della Repubblica Democratica del Congo, dove nel 2015 è riuscito a distinguersi per una partita disputata all’età di 17 anni. Tutto perché i genitori di Van Bissaki provengono da questo paese africano, ma il loro figlio è nato a Londra e ha la cittadinanza inglese. Quando è arrivato il momento di scegliere, Aaron ha ascoltato prima il richiamo del cuore, ma poi ha acceso la mente, e finora spera di essere invitato una volta nei ranghi della squadra nazionale d’Inghilterra. Tuttavia, non dimentichiamo il caso di Wilfried Zaa, che, tra l’altro, è anche allievo di Crystal Palace, da cui in seguito si trasferì nel Manchester United, ma presto tornò. Questa ala veloce ha aspettato a lungo, quindi ha trascorso solo due partite amichevoli per la prima squadra nazionale inglese. Presto, rendendosi conto della futilità delle sue possibilità di un posto nella squadra, Zaa ha preferito giocare per la sua terra d’origine etnica – Costa d’Avorio.

1. Emerik LAPORTE (Francia) – 65 milioni di euro

5 calciatori più costosi non giocati per le squadre nazionali

Josep Guardiola voleva davvero vedere il talentuoso difensore centrale come parte del Manchester City, grazie al quale i capi dei cittadini si sono divisi con 65 milioni di euro per prendere il capriccio del capo allenatore. Dobbiamo rendere omaggio a Lyaport: è stato in grado di guadagnare immediatamente un posto alla base e la scorsa stagione è stato il giocatore chiave incondizionatamente del Manchester City, diventando il campione dell’Inghilterra con la squadra.

Tuttavia, né il grande nome del club, né i primi titoli seri, consentono ancora al Laporte di debuttare nei ranghi della squadra nazionale di Francia. Il difensore ha attraversato tutte le fasce d’età delle squadre giovanili del “tricolore” e ha trascorso anche 19 partite per la squadra giovanile della Francia, ma non ha ancora giocato nella prima.