E non funziona in ufficio, in modo da Luis Gonçalves

E non funziona in ufficio, in modo da Luis Gonçalves

E non funziona in ufficio, in modo da Luis Gonçalves, che ha lavorato principalmente allevatore del club, ha dichiarato nel 2012, che è nello stesso Brasile, 4-5 volte l’anno. “Vado in giro per il paese, guardo le partite del campionato brasiliano e anche altri tornei locali centrali”. Tra questi tornei, secondo il portoghese, e la Coppa dei giovani di San Paolo e il campionato brasiliano tra le squadre giovanili. Non c’è da stupirsi che egli Gonçalves, come i giocatori di “Shakhtar”, è andato ad aumentare, diventando nel 2016 il direttore generale di “Porto”. Un campione di Ucraina nell’autunno dello scorso anno, ha attribuito l’interesse di scout “Benfica” Jose Botha, vale a dire anche a fronte della crisi della squadra di calcio ucraina non ha intenzione di rinunciare ai propri principi.

Lo shakhtar agisce aggressivamente sul mercato interno

Tra questi principi c’è la volontà di pagare per un giocatore preferito dal campionato ucraino. Questo “Shakhtar” uccide due piccioni con una fava. Innanzitutto, ottiene il giocatore in una clip, che può anche rivendere in seguito. Con eccezionale può essere chiamato, forse, solo un simile accordo – Henrikh Mkhitaryan ha preso a Donetsk “Metallurg” per 5,85 milioni, e venduto a Dortmund “Borussia” per 27,5 milioni, tuttavia, questo non significa che un tale accordo in un futuro non può. ripetere.

E, in secondo luogo e nel complesso, “Shakhtar” molto spesso toglie il gioco da sotto il naso di “Dinamo”. In tempi diversi, il club di Kiev accreditato interesse Shustov, Emmanuel Okoduwa, Chizhov, Targamadze, Krivtsov e gli altri ragazzi, ma erano tutti alla fine a Donetsk. Apoteosi, forse, era la storia di Marko Devic, il miglior attaccante del campionato all’inizio del 2010, che era molto vicino al passaggio al “Dinamo”, ma alla fine ha scelto il “Minatore”, dove previsto, è rimasto in riserva, ma non ha ottenuto la gente di Kiev.